Is this email not displaying correctly? View it in your browser.
Image description

Stem*Lab Scoprire Trasmettere Emozionare Motivare, progetto selezionato da Con I Bambini Impresa Sociale nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, si rivolge a bambine e bambini, ragazzi e ragazze dai 5 ai 14 anni nell’ottica di creare un contesto scolastico aperto che utilizzi metodologie innovative per l’educazione alle STEM (Science Technology Engineering Mathematics) come leva di crescita e formazione personale (soft skills).

Cronoprogramma
Piano di lavoro 48 mesi
Image description
Image description
MONITORARE PER MIGLIORARE

A settembre è partita l'azione di monitoraggio del progetto. L'obiettivo del monitoraggio è di controllare la corretta esecuzione della attività, nonché verificare la rispondenza delle stesse rispetto agli obiettivi; tutto ciò, al fine di avviare azioni preventive e correttive che permettano di confermare o modificare gli obiettivi. 



Il monitoraggio è gestito e coordinato dall’Associazione ISNET costituita nel 2007 con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo delle imprese sociali favorendone le relazioni con gli stakeholders. A tal fine, ISNET realizza studi e ricerche per identificare opportunità da proporre al proprio network, il tutto attraverso la piattaforma www.impresasociale.net una rete di facilitatori.


Il monitoraggio è organizzato in 6 attività: definizione pista di controllo, esame condizioni iniziali, controllo in itinere, esame finale, elaborazione e valutazione; il 16 settembre a Bologna presso la sede di TIM WCAP è partita la prima attività con l'attivazione del Tavolo composto dai referenti locali del progetto e dal partner scientifico nazionale. 

L'educazione non è il semplice apprendimento dei fatti ma l'allenamento  della mente a pensare. 

Albert Einstein 

Presentiamoci!

In un progetto come Stem*Lab con 6 regioni, 13 scuole e 38 partner coinvolti è facile perdere il filo. Per facilitare la lettura del nostro ampio e ricco partenariato ti presentiamo i partner scientifici del progetto. Il loro ruolo è fondamentale nel processo di costruzione dei presidi... scopriamo perché!

Image description
Image description

Explora, il Museo dei Bambini di Roma, è il primo Children’s Museum privato non profit italiano, attivo dal 200 offre un’opportunità di gioco, sperimentazione diretta e apprendimento sul campo che pone al centro i bambini e le loro potenzialità, promuovendo sia occasioni di arricchimento e socializzazione, che di sviluppo delle capacità cognitive ed emozionali. Explora partecipa al progetto STEM*Lab portando la sua esperienza nella realizzazione di laboratori in grado di accogliere il pubblico di famiglie con bambini e ideando attività in un contesto informale, come la Fiera dello Stem.

Fondazione CIVES opera dal 2007 a Ercolano e gestisce il Museo Archeologico Virtuale (MAV), inaugurato nel 2008, situato a pochi passi dal Parco Archeologico. Si occupa della diffusione e valorizzazione del patrimonio archeologico dell’area vesuviana, attraverso la ricerca e la sperimentazione di nuove forme di storytelling utilizzando in particolare la tecnologia digitale. Nel progetto STEM*Lab, la Fondazione sarà impegnata nella progettazione e nella formazione a supporto dei soggetti educativi, con particolare attenzione alla sostenibilità nel tempo delle attività laboratoriali.

Image description

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano rappresenta oggi un centro di eccellenza nell’educazione alle STEM grazie all’utilizzo di metodologie educative innovative come l’inquiry based learning, il Tinkering e il making in quanto strumenti potenti e inclusivi per lo sviluppo delle competenze del 21° secolo. All’interno di STEM*Lab, in qualità di responsabile scientifico nazionale, accompagna un processo di coprogettazione locale capace di valorizzare le competenze e le esperienze di ciascuna comunità educante.

Le pillole di Stem*Lab

Spunti, informazioni, curiosità relative all'ambito di progetto: le discipline STEM

Quando parliamo di “povertà educativa” a quale fenomeno ci stiamo riferendo? Gli indicatori messi in luce dal X Atlante dell’infanzia a rischio di Save the Children delineano un paese in cui si è disinvestito sulle politiche sociali e sull’infanzia (la spesa per l’istruzione è crollata al suo minimo storico nel 2016 attestandosi al 3,6% del PIL), dove la povertà educativa è una piaga in crescita. Tra questi una sintesi dei più significativi: 

  • “Early school leavers”: il 14,5 % dei minori lasciano la scuola – un trend pericolosamente in aumento dal 2017.
  • Lettura: 1 minore su 2 non legge un libro oltre a quelli scolastici durante l’anno, con profondi divari regionali, che vedono Campania (il 64,1%), Calabria (65,9%) e Sicilia agli ultimi posti (68,7%)
  • Deprivazione culturale: 7 minori su 10 non svolgono sufficienti attività culturali.
  • Sport: 1 minore su 5 (tra i 6 e i 17 anni) non pratica sport e solo il 15% svolge solo qualche attività fisica. 
  • Scuole “vetuste”: su un totale di 40.151 edifici censiti, ben 7.000 sono classificati come "vetusti" e innumerevoli sono stati costruiti prima che fosse introdotto l’obbligo di collaudo statico o ancora prima del 1974, anno di entrata in vigore delle norme antisismiche.

Tuttavia, si registrano anche positivi passi avanti, in particolare con il varo di un Fondo nazionale di contrasto alla povertà educativa minorile (Con i Bambini) che introduce il tema della “povertà educativa” nell’agenda della politica. O ancora con l’incarico affidato dal Parlamento all’Istat, di definire i parametri per individuare le aree a più alta povertà educativa del Paese, sulle quali concentrare gli investimenti.

Infanzia: Save the Children, Italia vietata ai minori
Eventi da segnare in agenda!

DECODE, una due giorni dedicata ai temi della democratizzazione digitale e della la sovranità tecnologica alla Nuvola Lavazza (Torino)

DECODE SYMPOSIUM

A novembre Explora, il Museo dei Bambini di Roma
inaugura un nuovo percorso gioco per scuole e famiglie per sperimentare il tema delle “pari opportunità”

PARI @Explora
#picsfromstemlab
Image description
Image description
Image description
Image description
Image description
Image description
Image description
Chi siamo

Il progetto Stem*Lab è coordinato dal Consorzio Kairos di Torino in collaborazione con soggetti provenienti dal terzo settore, dall'amministrazione locale, dal mondo delle fondazioni e del profit. Il coordinamento scientifico è a cura del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo Da Vinci in collaborazione con ECM, Explora il Museo dei Bambini di Roma, PALERMOSCIENZA, Scientificamente, FabLab Napoli, Fondazione CIVES. Gli istituti scolastici coinvolti sono in Campania, Lombardia, Piemonte, Sicilia. Il referente del monitoraggio e valutazione è ISNET di Bologna e quello della comunicazione è l'associazione PLUG di Torino.

I luoghi dei Presidi Stem*Lab
I.C. Ferdinando Russo (Campania)

I.C. Settimo III (Piemonte)

I.C. 3 De Curtis Ungaretti (Campania)

I.C.S Amari Roncalli Ferrara (Sicilia)

I.C. Borgo San Giuseppe (Piemonte)

I.C. Cremona 5 (Lombardia); 

I.C. Leonardo Da Vinci (Piemonte)

I.C. Novaro Cavour (Campania)

I.C. Statale Archimede-La Fata (Sicilia)

I.C. Statale Via Giacosa (Lombardia);

Istituto Scolastico Gabelli (Piemonte);

ITI G. Ferraris (Campania);

Liceo Scientifico Statale Santi Savarino (Sicilia)

Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo Da Vinci" (Lombardia)

Facebookicon
Scopri il nostro blog

Il nostro indirizzo mail è:
stemlab@consorziokairos.org


Consorzio Kairos - Via Lulli, 8/7 - 10148 Torino
Tel. 011 220 7819

Ricevi questa mail perché hai fatto richiesta di iscrizione alla newsletter


If you want to unsubscribe, click here.
Powered by Sender.net